Link di navigazione

Ricerca del Negozio

Categorie del Negozio

Pagine del Negozio

  • Info Abbigliame​nto
  

Notizie utili su :

 taglie e misure,  codici composizione, simboli per lavaggio ecc.ecc...




 

 cliccate qua sotto per vedere come si fa a :    

PIEGARE UNA MAGLIA IN GIAPPONE

 

 

MISURE per i capi spalla (giacche cappotti ecc.ecc...)

In Italia le misure per stabilire la struttura fisica sono 3, e si differenziano da uomo a donna:
per l'uomo sono,
statura - circonferenza torace - vita


per la donna sono,
statura-  circonferenza al petto - circonferenza fianchi.


Con queste misure, si compila una sigla caratteristica per ogni taglia, formata da una frazione al cui numeratore figurano due indici numerici: il primo è la circonferenza toracica espressa in cm. ed il secondo rappresenta la differenza in cm. tra la circonferenza toracica e quella della vita, (denominata drop). Quest'ultimo determina la conformazione della persona, infatti valori intorno a:
10 = molto snella,          8 =snella,          6 = normale,          4 = grossa,         2 =molto grossa
al denominatore della frazione è presente un
indice letterale che indica la statura:

per l'uomo sono:
.
extra corta
(xc)- corta(c) - regolare(r) -lunga(l) - extra lunga(xl)

esempio: un uomo piccolo e  grosso di  taglia : 54 , avrà un drop 4 / XC
taglie italiane:
.

per la donna invece,
.
corta - regolare - lunga.
.
.
.

capo spalla e pantalone

44 46 48 50 52 54 56 58

.

camicie
taglie italiane a raffronto con americane

Collo

Torace

Vita

Spalle

Maniche

Lungh.

Polso

14 ½ – 37

104

98

45

64

77

24

15 – 38

108

102

46

64

78

24

15 ½ – 39

112

106

47

65

79

25

15 ¾ – 40

116

110

48

66

80

25

16 – 41

120

114

49

67

81

26

16 ½ - 42

124

118

50

67

82

26

17 – 43

128

122

51

67

82

27

17 ½ - 44

132

126

52

67

83

27

18 – 45

136

132

53

67

83

28

18 ½ - 46

140

138

54

67

85

28

19 – 47

144

142

55

67

85

28

19 ½ - 48

146

144

56

67

85

28

20 – 49

148

146

56

67

85

28

      Pollici  ­–  centimetri                                                                   tutte le altre misure sono in centimetri


misure italiane
(in centimetri)corrispondenti con le misure americane (in pollici)
36=14     37=14 1/2     38=15     39=15 1/2     40=15 3/4     41=16      42=16 1/2     43=17      44=17 1/2     45=18

 

Pantaloni

Taglia europea

Taglia USA

40

26

41

27

42

28

44

30

46

32

47

33

48

34

50

36

52 

38

 

 

T-Shirt

taglie italiane a raffronto con americane

1    =    XS
2    =    S
3    =    M
4    =    L
5    =    XL
6    =    XXL

 

 

ETICHETTE PER LA MANUTENZIONE

vaschetta:
per il lavaggio a umido

triangolo:
per il candeggio al cloro

ferrodastiro:
per la stiratura

cerchio:
per il lavaggio a secco

CANDEGGIO

possibilità di trattare con prodotti a base di cloro

il prodotto tessile non sopporta il trattamento con cloro

LAVAGGIO AD UMIDO

lavaggio a macchina:
• temperatura massima di lavaggio 60°
• azione meccanica normale
• risciacquo normale
• centrifugazione normale

lavaggio a macchina:
• temperatura massima di lavaggio 60°
• azione meccanica ridotta
• risciacquo a temperatura gradualmente ridotta (per immissione graduale di acqua fredda)
•centrifugazione ridotta

lavaggio a mano:
• non lavare a macchina
• temperatura max di lavaggio: 40°
• tempo di lavaggio breve
• comprimere e, se necessario, strofinare molto delicatamente
• risciacquare molto delicatamente
• non torcere

il prodotto tessile non sopporta il lavaggio in acqua

STIRATURA

il prodotto tessile non sopporta la stiratura

stiratura:
temperatura massima della suola del ferro*: 110°C, interporre panno umido

stiratura:
temperatura massima della suola del ferro: 150°C, interporre panno umido

stiratura:
temperatura massima della suola del ferro: 220°C, umidificare il tessuto
* La pubblicazione n.311 della Commissione Elettrotecnica Internazionale (IEC) fissa i metodi di controllo della temperatura dalla suola del ferro da stiro

ASCIUGATURA

asciugatura a temperatura moderata

non può essere asciugato a macchina

asciugatura su superficie piana

LAVAGGIO A SECCO

lavabile a secco con tutti i solventi normalmente utilizzati nel lavaggio a secco

lavabile a secco con percloroetilene, monofluoro-triclorometano, idrocarburi, con i normali procedimenti (il tricloroetilene o trielina non deve essere impiegato)

lavabile a secco con i solventi indicati al punto precedente, ma con una severa limitazione di aggiunta d’acqua e alcune restrizioni per quanto riguarda l’azione meccanica o la temperatura di asciugatura, o entrambe le cose

lavabile a secco con idrocarburi e trifluoro-tricloroetano, con i normali procedimenti

lavabile a secco con solventi indicati al punto precedente, ma con una severa limitazione di aggiunta d’acqua e alcune restrizioni per quanto riguarda l’azione meccanica o la temperatura di asciugatura, o entrambe le cose

il prodotto tessile non sopporta il lavaggio a secco

Segno grafico

Segni grafici di base

Lavaggio ad umido: per il lavaggio ad umido il simbolo è una vaschetta 

Candeggio al cloro: per il candeggio al cloro il simbolo è un triangolo

Stiratura: per la stiratura il simbolo è la sagoma di un ferro da stiro

Lavaggio a secco: per il lavaggio a secco il simbolo è un cerchio

Asciugatura a mezzo di asciugabiancheria a tamburo rotativo: per l'asciugatura a mezzo di asciugabiancheria a tamburo rotativo dopo il lavaggio, il simbolo è un cerchio inscritto in un quadrato

Segno grafico

Segni grafici complementari

Trattamento non ammesso: oltre ai 5 segni grafici precedenti la croce di S.Andrea posta su uno di tali segni grafici indica che il trattamento espresso da quel particolare segno grafico non deve essere eseguito.

Trattamento moderato: oltre ai primi 5 segni grafici , la barra sotto la vaschetta o il cerchio indica che il trattamento dovrebbe essere eseguito in modo moderato rispetto al trattamento corrispondente allo stesso segno grafico senza barra.

Trattamento molto moderato: oltre ai primi 5 segni grafici , la barra interrotta sotto la vaschetta indica un trattamento di lavaggio molto moderato.

Segno grafico

Operazione di lavaggio

• temperatura massima. 95°C• azione meccanica normale•  risciacquo normale•  centrifugazione normale

• temperatura massima: 95°C•  azione meccanica ridotta•  risciacquo a temperatura gradualmente decrescente (per immissione graduale di acqua fredda)•  centrifugazione ridotta

•  temperatura massima: 70°C• azione meccanica normale•  risciacquo normale• centrifugazione normale

• temperatura massima: 60°C• azione meccanica normale• risciacquo normale• centrifugazione normale

• temperatura massima: 60°C• azione meccanica ridotta• risciacquo a temperatura gradualmente decrescente (per immissione graduale di acqua fradda)• centrifugazione ridotta

• temperatura massima: 50°C• azione meccanica ridotta• risciacquo a temperatura gradualmente decrescente (per immissione graduale di acqua fredda)• centrifugazione ridotta

• temperatura massima: 40°C• azione meccanica ridotta• risciacquo a temperatura gradualmente decrescente (per immissione graduale di acqua fredda)• centrifugazione ridotta

• temperatura massima: 40°C• azione meccanica molto ridotta• risciacquo normale• centrifugazione normale• non torcere

• temperatura massima: 40°C• azione meccanica molto ridotta• risciacquo normale•  centrifugazione ridotta

• lavaggio solo a mano• non lavare a macchina- temperatura massima 30°C• trattare con cura

• non lavare in acqua• allo stato umido trattare con cura

Segno grafico

Asciugatura a mezzo di asciugabiancheria a tamburo rotativo

• asciugatura a mezzo di asciugabiancheria a tamburo rotativo ammessa• programma di asciugatura normale

• asciugatura a mezzo di asciugabiancheria a tamburo rotativo ammessa• programma di asciugatura a temperatura ridotta

• non asciugare a mezzo di asciugabiancheria a tamburo rotativo

Segno grafico

Candeggio

• ammesso il candeggio al cloro
• solo a freddo ed in soluzione diluita

• non candeggiare al cloro

Segno grafico

Stiratura

• temperatura massima della piastra stirante: 200°C

• temperatura massima della piastra stirante: 150°C

• temperatura massima della piastra stirante: 110°C
• a vapore può essere rischiosa la stiratura

• non stirare
• la stiratura a vapore ed i trattamenti a vapore non sono ammessi

Segno grafico

Lavaggio a secco

• lavaggio a secco con tutti i solventi normalmente utilizzati nel lavaggio a secco, compresi i solventi indicati per li segno P nonchè il tricloroetilene e 1.1.1-tricloroetano

• lavaggio a secco con tetracloroetilene, monofluoro-triclorometano nonchè tutti i solventi indicati per il segno F• trattamenti di lavaggio normali, senza restrizioni

• lavaggio a secco con i solventi indicati al punto precedente• severe limitazioni all'aggiunta di acqua e/o all'azione meccanica e/o alla temperatura di lavaggio e/o asciugatura• non lavare a secco presso lavanderie automatiche a gettone

• lavaggio a secco con trifluorotricloroetano, idrocarburi (punto di ebollizione tra i 150°C ed i 200°C, punto di infiammabilità tra i 38°C ed i 60°C)• trattamenti di lavaggio normali, senza restrizioni

• lavaggio a secco con i solventi indicati al punto precedente• severe limitazioni all'aggiunta di acqua e/o all'azione meccanica e/o alla temperatura di lavaggio e/o asciugatura• non lavare a secco presso lavanderie automatiche gettone

• non lavare a secco• non smacchiare con solventi

 

 

titolazione filati

Il titolo è l'espressione della finezza del filato, in base al rapporto tra peso e lunghezza.
Nella procedura della titolazione per lunghezza si esprime la lunghezza del filato ottenibile da un determinato peso.
Il titolo metrico, (utilizzato per la lana)
indica il numero di matasse da 1.000 m ricavabili da 1 kg. di filato.
Il titolo anglosassone. (cotone canapa e lino) indica il numero di matasse da 840 yd ricavabili da 1 lb di filato.

scialle misura
cm.150 x 150
stola 75 x 2.000
sciarpa media 35 x 110
sciarpa grande 45 x 170

calzature bimbi:

EUROPA..............U.S.A. U.R
16...........................1
17...........................2....................1
18...........................3....................2
19...........................4....................3
20...........................5....................4
22...........................6....................5
22.1/2..................6.1/2............5.1/2
23.1/2..................7.....................6
24...........................7.1/2............6.1/2
25...........................8....................7
25.1/2..................8.1/2........... 7.1/2
26..........................9.................... 8
26.1/2..................9.1/2............8.1/2
27........................10....................9
27.1/2................10.1/2.............9.1/2
28........................11....................10
28.1/2................11.1/2...........10.1/2
29.1/2................12...................11
30........................12.1/2...........11.1/2
31........................13....................12
31.1/2................13.1/2...........12.1/2
32...........................1....................13
33...........................1.1/2...........13.1/2
33.1/2..................2....................14


CALZATURE ADULTI UOMO e DONNA


EUROPA:
34...... 35......35
1/2......36......361/2 371/2..38......381/2......39......391/2 40........41......411/2......42......421/2 ..43........44......441/2......45......46.... 461/2...47......48...........49 ..
U.S.Men
2.1/2.....3.....31/2.....4.......4 1/2.....5......51/2.......6......61/2.....7......71/2.....8 81/2.......9......91/2.10.....101/2..11 111/2..12...121/2..13...14......15

U.S.WOM.
4 4
1/2 5 51/2 6 61/2 7 71/2 8 81/2 9 91/2 10 101/2 11
U.R.
1
1/2......2 ...... 21/2-.....3 ........31/2....... 4..........41/2-.......5..........51/2........6....... 61/2.....7.

71/2......8........81/2.......9.........91/2.....10........101/21/2....11.......111/2 ...12.....13........14
.
.

.CODICI COMPOSIZIONE TIPI

.
.a norma legge 26-11-73 n° 883
.
.
AC=Acetato
AG=Algilica
CA=Canapa
CL=Clorifibra
CO=Cotone
CU=Cupro
EA=Elastam
EL=Gomma
FL=Fluorofibra
HA=Pelo o crine
JU=Juta
LI=Lino
MA=Modacrilica
MD=Metalizzata
PA=Poliamidica
PB=Poliureica
PC=Acrilica
PE=Poliamidica
PP=Polipropilenica
PR=Proteica
PU=Poliuretanica
RA=Ramiè
SE=Seta
TA=Triacetato
TV=Trivinilica
VI=Viscosa
VY=Vinilal
WA=Angora
WB=Castoro
WL=Lama
WM=Mohair
WO=Lana
WP=Alpaca
WR=Lontra
WU=Guanaco
.

denominazioni particolari:

.
.
AF=Altre fibre
WV=Lana vergine (lana di tosa)
HL=Misto lino
WOL=Lombswol